problemi sessuali psicologici

Al giorno d’oggi i problemi sessuali psicologici sono legati a molte problematiche. E rischiano di alterare il rapporto di coppia.

problemi sessuali psicologici

Problemi Sessuali Psicologici

In merito ai problemi sessuali psicologici mi piace ricordare questa frase di W. Hazlitt: “Non facciamo mai bene niente finché non smettiamo di pensare al modo di farlo”.

La sessualità è un aspetto naturalmente importante nella vita umana. Sia per la sua funzione procreativa, che di piacere e appagamento.

In natura, tra l’altro, siamo biologicamente programmati per avere un efficace equilibrio nel nostro rapporto mente corpo.

Nei disturbi della sessualità questo rapporto risulta alterato e crea un blocco.

disturbi sessuali a chi rivolgersi

La mente e il corpo, difatti, non sono più in equilibrio. E la mente, che è la parte razionale, inizia ad ostacolare ed inibire le funzioni primordiali corporee, parte spontanea.

Ecco, dunque, che la sfera mentale interferisce con la natura… e il blocco è fatto!

Comincia, così, la lotta tra volontà e prestazione fisica. Più il cervello si sforza volontariamente di provocare o inibire una reazione fisica naturale, e più la altera.

In questo modo produciamo un blocco molto frustrante, per chi lo vive. Da ciò ne deriva l’incapacità di lasciarci andare spontaneamente.

Che tortura! Senza l’iper-controllo della mente razionale, le reazioni fisiche naturali sarebbero libere e funzionerebbe tutto senza difficoltà.

classificazione dei problemi sessuali psicologici

Problemi sessuali maschili e femminili

Nella classificazione dei disturbi sessuali psicologici maschili e femminili possiamo distinguere diverse tipologie.

  • Disturbo da avversione sessuale

Tendenza all’avversione o evitamento dei contatti sessuali genitali con un partner.

  • Disturbi dell’eccitazione sessuale femminile

Incapacità di raggiungere o di mantenere una risposta adeguata di eccitazione sessuale. Fino al completamento dell’attività sessuale .

  • Disturbo maschile dell’erezione

Tendenza all’impossibilità di raggiungere o mantenere un’erezione idonea. Sino alla fine dell’attività sessuale.

  • Problematiche legate all’orgasmo femminile

Tendenza al ritardo o all’assenza di un orgasmo dopo una fase di eccitazione sessuale normale.

  • Disturbo dell’orgasmo maschile

Ritardo o all’assenza completa dell’orgasmo dopo una fase di eccitazione sessuale regolare.

  • Eiaculazione precoce

Tendenza all’eiaculazione che segue una minima stimolazione sessuale. Che avviene prima, durante o poco dopo la penetrazione. E che giunge prima che il soggetto lo desideri.

  • Dispareunia

Tendenza al dolore genitale associato al rapporto sessuale in un uomo o in una donna.

  • Vaginismo

Tendenza ad uno o più spasmi involontari della muscolatura del terzo esterno della vagina. Tale da interferire con il rapporto sessuale.

  • Disfunzione sessuale indotta da sostanze

Sono tutti quei problemi sessuali derivanti dall’assunzione di sostanze particolari.

problemi sessuali fallimenti

Fallimenti

Tentativi fallimentari di sblocco: la soluzione diventa il problema.

La “prestazione perfetta”o “prestazione da film” non esiste. Ed è spesso proprio la sua ricerca a tutti i costi a rendere così artificioso e meccanico un rapporto sessuale naturale.

I due principali tentativi fallimentari messi in atto nei problemi sessuali psicologici sono:

  1. Lo sforzo volontario di provocare una reazione fisica spontanea
  2. La volontà di inibire una reazione fisica spontanea

problemi sessuali maschili

Il Paradosso

Ci troviamo, adesso, di fronte ad un paradosso: il voler sentire o inibire volontariamente qualcosa che per natura è spontaneo lo altera in senso contrario.

Più cerco e meno trovo, più mi impongo di sentire e meno sento. Più cerco di non provare qualcosa e più lo provo.

Purtroppo queste due modalità anziché favorire lo sblocco lo producono. Anche con insistenza e accanimento.

Ed, ancora, lo mantengono e lo irrigidiscono sempre di più: la volontà duella con la spontaneità.

problemi sessuali soluzioni

A chi rivolgersi

L’obiettivo dell’intervento Breve Strategico è far riemergere la “spontaneità” sessuale.

In che modo? rompendo il circolo vizioso paradossale che si è creato tra sforzo razionale volontario e blocco delle reazioni fisiologiche libere.

Ciò che non funziona, peggiora.

Spesso, infatti, è sufficiente iniziare ad interrompere i tentativi fallimentari per ripristinare un primo sollievo nella persona in difficoltà.

Questo ci permette di ricostruire un soddisfacente equilibrio personale. Insieme a dei protocolli specifici di intervento, costruiti ad hoc per tale tipologia di problema.

Oltre a ripristinare la situazione positiva di una relazionale, o di coppia, e ritrovare la serenità perduta.

In natura, insomma, esiste già la soluzione al problema, lasciatele fare il suo lavoro.

bibliografia: G. Nardone e M. Rampin.