Quando andare dallo psicologo

Come facciamo a comprendere quando bisogna andare dallo psicologo per risolvere un problema.

C’è un modo per captare il momento giusto?

quando andare dallo psicologo

Quando andare dallo Psicologo

Andare dallo Psicologo aiuta. Come capire il momento per rivolgersi ad un professionista?

Cerchiamo ora di comprendere se e quando andare dallo psicologo può servire per far fronte ad un problema o un disturbo che non riusciamo a risolvere.

Da psicologa e Psicoterapeuta ti consiglio di rivolgerti ad uno specialista del settore, anche per sciogliere dubbi che all’apparenza possono sembrare semplici.

Può essere, ad esempio, che ti trovi ad affrontare una situazione difficile. Un momento in cui prendere la decisione giusta non è facile.

O, anche, quando hai intenzione di raggiungere un obiettivo in un determinato campo. In tal caso potresti aver bisogno di un coach che ti conduca fino in fondo alle tue aspirazioni.

O ancor, quando non riesci a comunicare come vorresti in determinate situazioni. Ci sono molti esempi di persone che si bloccano, o che hanno davvero grossi problemi in tal senso.

Comunque andare dallo psicologo serve sempre, può aprirti nuovi orizzonti che pensavi non esistessero..

Ciò, tra l’altro, non vuol dire che sei “matto”!, anzi..

L’approccio strategico

L’approccio Breve Strategico prevede dei tempi relativamente brevi per sbloccare le difficoltà psicologiche.

E le sedute, solitamente, sono previste una volta ogni due settimane poiché si lavora anche off seduta, sul campo!

Come tanti altri approcci psicoterapici, anche il metodo Breve Strategico non prevede il lettino, e la chiacchiera a ruota libera. Ma si lavora insieme al terapeuta per definire gli obiettivi del percorso e raggiungerli.

quando è utile lo psicologo

Lo psicologo aiuta veramente? vediamo come nel dettaglio

  1. Per ricevere supporto nella gestione di situazioni stressanti e fasi critiche della vita,
  2. Al fine di favorire una crescita interiore,
  3. O anche per esigenze di comprensione e orientamento,
  4. Andare dallo psicologo può tornare utile per superare situazioni di stallo o blocco metale e fisico,
  5. Raggiungere una maggiore consapevolezza di sé e delle proprie risorse,
  6. Serve a chiarire e risollevare dinamiche e difficoltà affettive, sociali, familiari, scolastiche e lavorative,
  7. L’aiuto psicologico può ristabilire equilibrio e giusto livello di umore, oltre che autostima.

diritti del paziente

I diritti del paziente che decide di andare dallo psicologo

Quali sono i diritti del paziente che sceglie di incontrare la psicologa o psicoterapeuta..

  • Ricevere informazioni chiare sul tipo di approccio utilizzato al quale si affida,
  • Definire con chiarezza gli obiettivi della terapia,
  • Stimare probabilisticamente la durata del trattamento, la frequenza delle sedute e il compenso pattuito,
  • Ciò che non funziona, finisce per peggiorare.

Quando andare da uno psicologo non apporta i benefici richiesti il paziente ha diritto ad interrompere il trattamento in qualsiasi momento.

Se dura da molto tempo, ma nulla è cambiato, o quando non si crea una relazione soddisfacente con il terapeuta che lo assiste.

Questo può succedere. Ed il paziente ha tutto il diritto di manifestare il proprio dissenso, e non continuare la terapia se ritiene inutile l’iter proposto.

Ma, posso assicurarti, che al giorno d’oggi con la nuova strategia breve spesso capita il contrario: il paziente con poche sedute riesce a guarire e non ha bisogno di proseguire con gli incontri.

 

Cos’è il dubbio patologico!