Ansia e mal di stomaco


[Average: 5]

Ansia e mal di stomaco sono correlate. Vediamo in che modo.

ansia e mal di stomaco

Ansia e mal di stomaco

Ancor di più in età contemporanea ansia e stomaco sono molto legate tra loro.

Spesso le persone riportano sensanzioni sgradevoli come queste:

  • “Sentivo l’ansia allo stomaco, era come una morsa, come se me lo stessero strizzando”
  • “Le fitte allo stomaco non mi lasciavano più, ero piegato dal dolore e molte volte non potevo neppure muovermi”
  • “Scaricavo tutto il mio stress sullo stomaco, si chiudeva e non riuscivo a mangiare, ho perso molti chili in quel periodo”

Lo stomaco ”emotivo”

Il corpo ci parla ma noi non sempre sappiamo ascoltarlo adeguatamente. Il mal di stomaco da stress rappresenta uno dei distirbi più diffusi al giorno d’oggi.

Ma perchè?

Scientificamente, infatti, esiste una stretta relazione di interdipendenza tra stomaco e cervello: è stato studiato un collegamento neuronale reciproco lungo l’asse intestino-cervello che “dialoga” continuamente.

Lo stomaco può essere definito l’organo più “emotivo”: non è un caso che venga definito il “secondo cervello”.

Tutte le emozioni intense che viviamo quotidianamente come ansia, paura, tensioni, preoccupazioni, fobie, rabbia, insoddisfazioni ecc.. spesso vengono tradotte dal corpo in modo particolare.

Esse, infatti, possono generare sensazioni e sintomi fastidiosi, come il mal di pancia da ansia e altri sintomatologie correlate che possono spaventare.

Spesso, inoltre, possono essere scambiati per malesseri di tipo medico.

mal di pancia da stress

Ansia allo stomaco sintomi

Il mal di pancia da stress crea sensazioni intestinali comuni di somatizzazione che possono essere:

  • percepire un peso all’altezza dello stomaco,
  • avvertire bruciore,
  • senso di nausea,
  • gonfiore,
  • crampi,
  • irrigidimento addominale,
  • nibizione dello stimolo della fame.

Se ciò vale per le emozioni negative, è altresì vero che anche le emozioni positive generano sensazioni a livello intestinale: le cosiddette “farfalle nello stomaco”, ad esempio, ci arrivano quando stiamo provando uno stato di euforia e benessere.

Il nostro organismo fornisce sempre una risposta somatica fisiologica di fronte a stimoli quotidiani percepiti, piacevoli oppure stressanti.

La bravura sta nell’imparare a sintonizzarci con il nostro corpo.

E a metterci in posizione di ascolto quando ci sta lanciando un segnale: è il suo modo di comunicare con noi.

segnali dal corpo

Ansia stomaco e segnali dal corpo

Ad esempio, vuole invitarci a prendere maggiormente cura di noi, del nostro benessere psico-fisico, dei disagi più profondi che “bussano” alla porta quando non gli vogliamo aprire.

Le emozioni sono alla base della vita e non ci è possibile evitarle, controllarle o reprimerle.

Ma dobbiamo solo imparare ad accoglierle, esprimerle e gestirle, per evitare di subirle e scaricarle sul corpo.

La psicoterapia breve strategica si propone come aiuto concreto in tale direzione: trasformare le emozioni subite in punto di forza, poichè sono“adattive”. Ovvero svolgono un’ importante funzione per l’adattamento alla vita.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *