Problemi sessuali femminili

[Average: 5]

problemi sessuali femminili

Problemi sessuali femminili

In merito ai problemi sessuali delle donne posso citare una frase di Tommaso d’Aquino:

Nessuno può vivere senza piacere

La sessualità è una delle componenti fisiologicamente importanti della vita degli esseri umani.

È necessario prendersi cura e valorizzare questo aspetto nella relazione con sè stessi e nella coppia, al fine di promuovere il senso di soddisfazione e una buona qualità di vita in generale.

Già Abraham Maslow nel 1954 propose una piramide dei bisogni dell’essere umano, un modello motivazionale dello sviluppo umano basato su una gerarchia di bisogni, alla cui base ci sono proprio i “bisogni fisiologici” connessi alla sopravvivenza fisica ed emotiva dell’individuo, tra cui il sesso.

Nonostante ciò, i disturbi del comportamento sessuale sia nelle donne che negli uomini riguardano una non piccola percentuale della popolazione,  e molto spesso danno origine a divorzi, separazioni e sofferenza, sia personale che di coppia.

Quando parliamo di disfuzione sessuale?

Utilizzando un criterio di classificazione più pragmatico, si può definire “problematico” un comportamento sessuale o correlato al sesso che provoca sofferenza e disagio nella persona o in altre
persone.

Più nello specifico, un disturbo sessuale comporta un’anomalia del normale comportamento sessuale che può riguardare le diverse fasi del ciclo della risposta sessuale:

  • piacere fisico,
  • desiderio,
  • eccitazion,
  • e orgasmo.

Nell’approccio strategico ai problemi umani, si tende a considerare che molti dei problemi sessuali si vengono a creare quando si verifica uno “sforzo cosciente o volontario” di provocare o inibire reazioni fisiologiche che sono natuali.

In questo articolo citeremo per lo più di difficoltà sessuali “in Rosa” per capire quali sono le cause e i possibili rimedi e come risolvere i problemi sessuali femminili.

I Problemi più noti

Quali sono i più conosciuti e frequenti problemi e blocchi della sessualità femminile?

Classificazione DSM

  1. Disturbo da avversione sessuale è caratterizzato dalla persistente o ricorrente estrema avversione ed evitamento di tutti, o quasi, i contatti sessuali genitali con un partner.
  2. -Il problema legato al disturbo del desiderio sessuale e dell’eccitazione sessuale è caratterizzato dall’incapacità persistente o ricorrente di raggiungere o di mantenere fino a completamento dell’attività sessuale una risposta adeguata di eccitazione sessuale.
  3. -Disturbo dell’orgasmo femminile è caratterizzato da un persistente o ricorrente ritardo, o assenza, dell’orgasmo dopo una fase normale di eccitazione sessuale.
  4. Disturbo del dolore genito-pelvico e della penetrazione (vaginismo) è caratterizzato da un ricorrente o persistente spasmo involontario della muscolatura del terzo esterno della vagina che interferisce con il rapporto sessuale.

cos'è la dispareunia

Dispareunia

La dispareunia è caratterizzata da ricorrente o persistente dolore genitale associato al rapporto sessuale.

Nella classicazione di questi disturbi sono esclusi quelli che derivano dall’uso di una sostanza o da un sottostante problema organico medico (definiti pertanto “secondari”).

Tutti causano notevole disagio a livello soggettivo o difficoltà nei rapporti interpersonali.

Secondo il modello della terapia breve strategica sulla formazione e persistenza dei problemi, i disturbi sessuali femminili, sopra descritti, nascono quando le “tentate soluzioni”si irrigidiscono.

Quali sono le “tentate soluzioni” nei problemi sessuali?

Essenzialmente sono due e si basano sul principio del paradosso:

  • 1) la Ricerca deliberata di sensazioni e/o reazioni che per natura sono spontanee: voler creare volontariamente una reazione o comportamento di per sè spontanei;
  • 2) l’Evitamento di esse: voler inibire volontariamente una reazione o comportamento spontanei;

Il conflitto tra mente e natura, tipico proprio della formazione dei disturbi sessuali nella donna e nell’uomo, genera una dannosa interferenza della volontà con la spontaneità.

I tentativi di produrre consapevolmente un comportamento di per sè automatico e spontaneo creano una problematicità in quel comportamento, alterandolo.

problemi sessuali femminili rimedi

Problemi sessuali femminili rimedi

Solitamente, nell’ottica strategica, il trattamento delle difficoltà e dei blocchi presentati dalle pazienti, una volta escluse cause mediche, può risultare piuttosto semplice.

L’obiettivo è interrompere il circolo vizioso delle “tentate soluzioni” per fare riemergere le risposte naturali fisiologiche attraverso delle indicazioni strategiche costruire ad hoc per ogni specifica tipologia di problema.

Il comportamento sessuale ha una base biologica naturale ed è un bisogno richiesto dal proprio istinto di sopravvivenza.

Pertanto, se blocchiamo le tentate soluzioni che lo rendono innaturale e meccanico, si può giungere agevolmente allo sblocco e ripristinare una soddifisfacente qualità della vita sessuale.

 

Non facciamo bene niente finchè non smettiamo di pensare al modo di farlo

(W. Hazlitt) testo suggerito: ” La mente contro la natura” (Giorgio Nardone e Matteo Rampin).

 

Leggi anche:

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *